B come Bond Style

 In Alfabeto

I film di James Bond, il cui scenografo principe fu Ken Adam, sono un’antologia dell’interior design: in ognuno di essi ricorre il Bond Style. Fa riferimento soprattutto ai covi dei villains, non alle case di 007, che sono meno interessanti. L’inedito accostamento di porte automatiche in acciaio inox, quadri del ‘600 e mobili Luigi XIV all’interno di grotte lasciate al naturale, ha fatto scuola.

Post recenti

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca